Info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

AUDITORIUM S.PIO X, TREVISO BORGO CAVOUR 40, GIOVEDI 8 FEBBRAIO ORE 20,30

 

Nuovo Mercatino Treviso

Da Ottobre

A TREVISO — Via Ragusa 16 (angolo con Via Pisa)
Info 340.753 5713 — www.emmaustreviso.it

Parole e immagini da Passione Civile - Palermo 2015, campo di volontariato internazionale a cura di Emmaus Italia, con la collaborazione di Libera, Legambiente, Addiopizzo e il patrocinio del Comune di Palermo.

 
Ritorno in Albania. Storia di Emmaus Vlora

In tempi non sospetti, oltre 40 anni fa, Schumacher, in “Piccolo è bello“, ipotizzò che i mercati sarebbero diventati “l’istituzionalizzazione dell’individualismo e della non-responsabilità”: le conseguenze le possiamo verificare , purtroppo, oggi e ovunque.A Valona (Albania), alcuni amici provano, con fatica, ad andare contro-corrente, cercando insieme di lottare contro l’esclusione e per la tutela del territorio.

Posted by EmmausTreviso on Mercoledì 20 maggio 2015

Quattro minuti per raccontare la nostra storia, poche parole e molte immagini per entrare nel mondo Emmaus. Il video è stato realizzato dall’agenzia Artigiani Digitali | Comunicazione sensibile.

 

Festa annuale delle comunità di Emmaus ad Aselogna di Cerea (VR) la nuova Comunità di Emmaus inaugurata a Settembre.

E' un monento di festa, confronto e ripensamento...

Qualcuno ha detto: “Abbiamo leve molto potenti, ma dove trovare dei punti di appoggio?”

Ebbene, non può esservi altro punto d’appoggio che questo, il più forte di tutti: la sofferenza di quella folla sterminata che è l’umanità.

Per aiutarvi a rendervene conto, vorrei ripetere ad alta voce, qui davanti a voi, quelle che sono le riflessioni delle persone semplici, di coloro che non conoscono altro se non quello che deriva dalla partecipazione alla condizione dei più sfortunati.

L'Organizzazione delle Nazioni Unite - organizzazione certamente necessaria ma malata - è una grande istituzione nata al tempo in cui stavamo patendo le pene dell'inferno a causa di alcuni «grandi cattivi». E così è nata su un mito: il mito di alcuni «grandi buoni» che si riunivano (forti della bomba atomica per impedire che l'umanità dovesse in seguito esperimentare quelle orrende atrocità.